Facebook Pixel
CONFINE

Confine di Federica Paoli

Vassoi in metallo di Design

Collezione CONFINE presentata in occasione del Fuorisalone 2019 e realizzata in collaborazione con la designer Federica Paoli. 
“Il nostro design comincia dove i limiti canonici finiscono”. Con questa capsule vogliamo sovvertire la percezione di cosa è normalmente identificato come confine in un oggetto, ovvero l’angolo, modellandolo invece in una inaspettata forma plastica e sinuosa come una curvatura.

Filters
-
View as Grid List

5 Items

per page
Set Descending Direction
View as Grid List

5 Items

per page
Set Descending Direction

La prima impressione è quella che conta. E quando si parla di ambienti commerciali ed espositivi non c’è niente di meglio di un arredamento inaspettato per sorprendere il pubblico. Ecco perché in questi contesti sono spesso sfruttati arredi minimal e in stile industrial. Elementi che, fino a qualche anno fa, raramente trovavano spazio in collocazioni di questo genere, e che oggi riscrivono i concetti di interior design e ricercatezza.

È seguendo un approccio orientato alla reinterpretazione dell’arredamento e della materia prima industriale che Situér Milano ha sviluppato CONFINE. È la capsule collection che formalizza l’impiego della piegatura a “C” della produzione di mobili e accessori.

Vassoi di design CONFINE, la capsule collection che riscrive il concetto di angolo

CONFINE sovverte la percezione dell’angolo, comunemente identificato come il confine dell’oggetto. Al suo posto si trova la caratteristica “C”, cifra stilistica dell’atelier e simbolo dell’alta artigianalità del gruppo Castellani Srl, di cui l’atelier fa parte e da cui eredita la maestria nella lavorazione del metallo. L’acciaio viene quindi modellato in una forma plastica, sinuosa e inaspettata. Perché “il nostro design comincia dove i limiti canonici finiscono”.

Composta da vassoi di design in metallo in acciaio e ottone, la collezione è stata realizzata in collaborazione con la designer Federica Paoli e presentata in occasione del Fuorisalone 2019.

Oltre che sull’estetica, la curvatura “C” che caratterizza i vassoi di design di CONFINE ha un impatto diretto sul processo realizzativo. Consente infatti di non ricorrere alla saldatura, evitando di conseguenza danni all’ambiente e alla salute degli artigiani che costituiscono il cuore produttivo di Situér Milano.

Accessori e arredamento minimal Situér Milano: stile ed ecosostenibilità

In ambienti commerciali, installazioni, set design ed eventi, l’inserimento di accessori e arredi di design rappresenta un plus, perché rende i prodotti più visibili. Merito sia dell’ingombro solitamente ridotto, sia del forte impatto estetico di questi elementi, che calamita l’attenzione del pubblico. A tutto vantaggio delle strategie di visual merchandising.

Una combinazione che nella proposta di Situér Milano assume la forma di stender, sedute, tavoli, scaffalature e molti altri arredi minimal sinonimo di versatilità ed ecosostenibilità. Grazie alla caratteristica piegatura, l’atelier ha sviluppato un processo produttivo completamente eco-friendly, eliminando la saldatura. Una scelta che rispecchia l’attenzione verso i bisogni del pianeta, senza però sacrificare stile e funzionalità.

L’approccio eco-friendly si sposa perfettamente con la filosofia dell’atelier. Situér Milano si colloca infatti in quel segmento di mercato composto da chi produce tenendo sempre conto della sostenibilità, valore a cui è impossibile rinunciare guardando al futuro. E che in questo caso si traduce in un arredo ecosostenibile al 100%, con prodotti del tutto riciclabili.

L’impegno dell’atelier di design nel mantenere la produzione a basso impatto ambientale non riguarda solo l’eliminazione della saldatura, prevedendo l’impiego di acciaio e ottone anche attraverso il riciclo. Si riduce così lo smaltimento di metallo, che solitamente presenta delle difficoltà.